Husserl. Il linguaggio trascendentale: «Wahr spricht, wer Schatten spricht» - Luigi Azzariti Fumaroli - Vita e Pensiero - Articolo Filosofia Neo-Scolastica Vita e Pensiero

Husserl. Il linguaggio trascendentale: «Wahr spricht, wer Schatten spricht»

digital Husserl. Il linguaggio trascendentale:
«Wahr spricht, wer Schatten spricht»
Articolo
rivista RIVISTA DI FILOSOFIA NEO-SCOLASTICA
fascicolo RIVISTA DI FILOSOFIA NEO-SCOLASTICA - 2018 - 3
titolo Husserl. Il linguaggio trascendentale: «Wahr spricht, wer Schatten spricht»
Husserl and the Transcendental Language: «Wahr spricht, wer Schatten spricht»
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 11-2018
doi 10.26350/001050_000074
issn 0035-6247 (stampa) | 1827-7926 (digitale)
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Starting from the ‘paradox of the phenomenological proposition’, arising once the natural attitude has been ‘epochized’, the A. observes that the space circumscribed by the transcendental language is connoted, in Husserlian reflection, in the same way as a blank, a lacuna capable of marking the conceptual limit of each presence of sense, preserving in itself, as pure form of hollow, every phenomenon not yet subject to conceptual synopsis.

keywords

Husserl, Phenomenological Reduction, Transcendental Language, Analogy, Phenomenological Gap

Biografia dell'autore

Università Pegaso, Napoli - Facoltà Teologica di Napoli - Sez. San Luigi. Email: luigi.azz@tin.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento