Merleau-Ponty: la percezione come atto e l’ingiustificabile indeclinabilità del soggetto - Umberto James Organisti - Vita e Pensiero - Articolo Filosofia Neo-Scolastica Vita e Pensiero

Merleau-Ponty: la percezione come atto e l’ingiustificabile indeclinabilità del soggetto

digital Merleau-Ponty: la percezione come atto
e l’ingiustificabile indeclinabilità del soggetto
Articolo
rivista RIVISTA DI FILOSOFIA NEO-SCOLASTICA
fascicolo RIVISTA DI FILOSOFIA NEO-SCOLASTICA - 2018 - 1-2
titolo Merleau-Ponty: la percezione come atto e l’ingiustificabile indeclinabilità del soggetto
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 04-2018
doi 10.26350/001050_000040
issn 0035-6247 (stampa) | 1827-7926 (digitale)
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

This essay will examine Phenomenology of Perception by Merleau-Ponty, with the intent of pointing out the idea of perception as act. This concept implies that the subject is described as recovery of the act, explained by the author through the genetic phenomenological method.

keywords

Maurice Merleau-Ponty, Perception, Act, Recovery, Subjectivity, Historicity

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento